L’Integratore Nutrizionale 5 – 2020 (pdf)

12 

Pediatric nutrition

Il singolo numero è in formato PDF (NO formato cartaceo)

Editoriale
A proposito di sotenibilità –
Milano è la città più “circolare” d’Italia T. Mennini

Articoli
Vitamine, nutrienti e supplementi alimentari in pediatria – Una critical review sul loro utilizzo consapevole – S. Romagnoli
Integrazione alimentare nel bambino che pratica sport – Una revisione critica – D. Careddu
Nutraceutico da lievito ad alta tecnologia formulativa – Studio sul miglioramento delle capacità cognitive e benefiche ricadute a livello dermocosmetico – B. Palmieri, M. Vadalà, V. Corazzari

Aggiornamenti
Nutrizione e integrazione nel bambino D. Barone
Sodio alluminio silicato e potassio alluminio silicato A. Antonelli
Pet corner – Riprofert, alimento complementare per la preparazione dell’estro e la riproduzione Marpet • Prodotti in vetrina – M. Zorzetto

Aziende
Ingredienti e Prodotti – LEHVOSS Nutrition • C.F.M. Co. Farmaceutica Milanese • Lallemand Health Solutions
Prodotti in vetrina S. Ponso
Pubbliredazionale – Lonza
Intervista – Katia Tudisco e Andrea Poli (Bregaglio)
Press Release

Notizie
Associazioni – FederSalus
Istituzioni – Istituto Superiore di Sanità
Mercato – FederSalus
Pubblicità al vaglio
Riconoscimenti
Università e Formazione

Vitamine, nutrienti e supplementi alimentari in pediatria
Una critical review sul loro utilizzo consapevole

I dati mondiali dimostrano che gli integratori alimentari vengono frequentemente somministrati in età pediatrica a partire già dalla nascita e durante il primo anno di vita, per proseguire poi con somministrazioni al bambino in età prescolare e scolare, continuando fino all’adolescenza. Le motivazioni al consumo sono legate soprattutto a contesti clinici in cui il pediatra ritiene opportuno adottare un approccio non farmacologico oppure all’integrazione durante o dopo la pratica sportiva. Viene riportata un’analisi critica dei nutrienti maggiormente impiegati dalle società occidentali nelle diverse fasce dell’età pediatrica, con il focus su alcune situazioni specifiche da un punto di vista nutrizionale, tra cui il problema del sovrappeso e dell’obesità infantile. 

Vitamins, nutrients and dietary supplements for pediatric nutrition
A critical review for their aware utilization

World data show that dietary supplements are frequently administered in the pediatric age from birth to the first year of life, continuing during the preschool and school age, until the adolescence. The most common reasons for the use of dietary supplements are mainly linked to clinical contexts, in which the pediatrician adopts a non-pharmacological approach, or to the integration of nutrients during or after an intensive sport practice. A critical analysis of the most used nutrients, by western societies in different pediatric age groups, is reported with the focus on some specific situations from a nutritional point of view, including the problem of overweight and childhood obesity.


Integrazione alimentare nel bambino che pratica sport
Una revisione critica

La promozione dell’attività fisica rappresenta uno dei principali cardini dell’educazione alla salute e deve essere effettuata già dai primi anni di vita. Il gioco libero e la pratica di sport sono componenti imprescindibili per lo sviluppo psico-fisico dei bambini e degli adolescenti, anche se, purtroppo, nel nostro Paese sono ancora troppi ad essere prevalentemente sedentari. Un’alimentazione corretta ed equilibrata è in genere sufficiente per garantire il fabbisogno nutrizionale di coloro che praticano sport, anche se in una fase di crescita. Esistono però situazioni nelle quali può essere necessario ricorrere a un’integrazione sia di macro sia di micronutrienti, sia per l’entità delle prestazioni (pre-agonismo, agonismo) sia per l’adozione di modelli nutrizionali non corretti e/o sbilanciati. Nell’articolo vengono presi in esame i principali nutrienti che possono risultare carenti, analizzandone ruolo e funzioni a seconda dell’attività praticata. Uno specifico focus viene dedicato agli integratori alimentari a base di estratti vegetali, sia per il loro utilizzo molto diffuso sia per le peculiarità legate alle proprietà del fitocomplesso. Il messaggio finale è che l’utilizzo di integratori alimentari nello sport, qualora necessario, dovrebbe avvenire secondo indicazioni precise e con il supporto di professionisti della salute, per evitare il “fai da te” con possibili assunzioni non corrette.

Dietary supplementation in children playing sports
A critical review

The promotion of physical activity represents a basic cornerstone in health education and must be carried out from the very first years of life. Free play and the practice of sports are essential components for the psycho-physical development of children and adolescents, even if, unfortunately, in our country, there is still a high percentage of children with a sedentary lifestyle. A correct and well-balanced diet is generally sufficient to guarantee the nutritional needs of young athletes, even if in a growth phase. However, there are situations in which it may be necessary to resort to an integration, both of macro and micronutrients, due to the extent of the performance required (pre-competitive, competitive), and to the adoption of incorrect and / or unbalanced nutrition models. The article examines the possible deficiency of the main nutrients, analyzing their role and functions, in relation to the practiced activity. A specific focus is dedicated to food supplements based on plant extracts, both for their widespread use and for the peculiarities connected to the properties of the phytocomplex. The final message is that the use of dietary supplements in sport, if necessary, should take place according to precise indications and with the support of healthcare professionals, in order to avoid the “do it yourself”, with eventual incorrect assumptions.


Nutraceutico da lievito ad alta tecnologia formulativa
Studio sul miglioramento delle capacità cognitive e benefiche ricadute a livello dermocosmetico

Scopo dello studio è di analizzare la sicurezza/tollerabilità e gli effetti a breve termine di un integratore alimentare di origine naturale a base di estratto derivante da cellule di lievito Saccharomyces cerevisiae (Ribomix SC prodotto da PROSOL, Madone, BG). La ricerca in forma aneddotica, retrospettiva, compassionevole, osservazionale e aperta si è svolta su 120 pazienti (età compresa tra 18 e 96 anni) rivolti al Network del Secondo Parere (Modena). Sulla base di un’indagine bibliografica relativa al potenziale utilizzo di S. cerevisiae nell’ambito di disturbi cognitivi, sono stati inizialmente selezionati soggetti affetti da tali problematiche che hanno assunto la formulazione proposta in forma orale alla posologia di tre capsule al giorno. In seguito a riscontro spontaneo dei pazienti di benefici a livello topico, è stata ampliata la casistica per valutare eventuali effetti aggiuntivi a livello cutaneo, la tollerabilità e gli effetti avversi. Venne quindi effettuata una valutazione prima e dopo un mese dall’assunzione del prodotto ricorrendo alla telemedicina (contatto telefonico, skype, mail) e tramite visita conclusiva. In tutti i casi arruolati il prodotto è stato ben tollerato e il beneficio sul deficit cognitivo è risultato medio-moderato, con un’indicazione prevalentemente mirata a soggetti con labilità mnemonica temporanea (astenia psicofisica, esiti di traumi, surmenage psichico). È inoltre emerso, per spontanea osservazione dei soggetti trattati, verificatasi clinicamente, un effetto eudermico che segnaliamo anche in una possibile direzione di indirizzo dermocosmetico. In  conclusione, questi dati dimostrano che l’integratore alimentare proposto è ben tollerato, sicuro e con significativi benefici dermo-cosmetici e dermatologici. 

High-tech formulation of a nutraceutical from yeast cells
Study on the improvement of cognitive deficit and beneficial effects at the dermocosmetic level

The aim of the study is to analyze the safety / tolerability and short-term effects of a food supplement of natural origin based on extract derived from Saccharomyces cerevisiae yeast cells (Ribomix SC, produced by PROSOL SpA – Madone BG). An anecdotal, retrospective, compassionate, observational, open research has been carried out on 120 patients (aged between 18 and 90 years) addressed to the “Second Opinion Network” (Modena, Italy). Based on a bibliographic survey relating to the potential use of S.cerevisiae in the context of cognitive disorders, subjects affected by these problems were initially selected and took the proposed formulation in oral form at the dosage of three capsules per day. Following the spontaneous feedback from patients of topical benefits, the recruitment was expanded to assess any additional effects on the skin, tolerability and adverse effects. An evaluation was therefore performed carried out before and after one month the product administrator using telemedicine (telephone contact, skype, email) and through a final visit. In all the cases the product was well tolerated, and the benefit on the cognitive deficit was medium-moderate more effective on temporary mnemonic lability (psychophysical fatigue, post trauma tic memory, loss mental surmenage). Furthermore, an clinically verified eudermic effect emerged by spontaneous observation of the treated subjects with a possible drug development in dermo-cosmetic use. In conclusion, this food supplement formula is well tolerated, safe, and with significant dermo-cosmetic and dermatological properties.


L’Integratore Nutrizionale 5 – 2020 (pdf)
Pediatric nutrition Il singolo numero è in formato PDF (NO formato cartaceo)