L’Integratore Nutrizionale 4 – 2014 (pdf)

12 

    FOCUS – Probiotici e Prebiotici

    Beauty claims

COD: IN4-2014 Categorie: ,

FOCUS

Articoli

  • Biocompatibilità tra ingredienti per prodotti finiti e probiotici
  • Probiotici specifici per bambini e adulti
  • Bifidobacterium animalis subsp. lactis BB-12®

Opinione

  • Farmabiotici – Una nuova possibilità regolatoria per un nuovo approccio al trattamento delle patologie umane

Ricerca e Innovazione

  • Probiotici specifici in gravidanza
  • Determinazione rapida del contenuto totale di batteri lattici
  • Nuova metodologia analitica
  • Cellule immunocompetenti in co-cultura con epitelio intestinale: modello di valutazione dell’efficacia di pre e probiotici

Ingredienti e Prodotti (MixSport – Centro Sperimentale del Latte • Lactobacillus plantarum P17630 – Proge Farm)

Mercato Mintel

Press Release

Intervista a Vittorio Silano


Aggiornamenti

  • Health Claim
  • Beauty from within
  • Dispositivi Medici

Aziende

  • Ingredienti e Prodotti (Lattoferrina MLF Giellepi • Trifored Fagron Italia • Colostro Noni Guna • Dalla carruba PF1 C.F.M. Co. Farmaceutica Milanese – Bioresearch Life)

Notizie

  • Associazioni – FederSalus – FSE
  • Pubblicità al vaglio – AGCM
  • Riconoscimenti
  • Appuntamenti
  • Convegni – Fiere – Agenda

Biocompatibilità tra ingredienti per prodotti finiti e probiotici
Un metodo di valutazione innovativo
Luca Mogna, Giovanni Mogna

Uno dei parametri più critici nella messa a punto di prodotti finiti contenenti probiotici è la biocompatibilità tra ciascun ingrediente utilizzato e i microrganismi selezionati per la loro funzionalità salutistica. E’ noto che vi sono diversi aromi naturali contenenti molecole terpeniche in grado di esercitare una tossicità diretta sui probiotici, diminuendo così in maniera consistente la loro concentrazione e l’efficacia del prodotto. Un ulteriore aspetto critico è la possibile presenza di fitomolecole ad attività antibatterica e protettiva per la pianta, nonché l’eventuale residuo dei solventi di estrazione. L’entità della tossicità esercitata può variare considerevolmente in funzione del lotto di aroma, estratto o altro attivo e non essere facilmente prevedibile a priori. E’ fondamentale, pertanto, definire un metodo preciso, riproducibile e affidabile in grado di quantificare l’eventuale tossicità di un ingrediente di un prodotto finito sui ceppi probiotici destinati ad essere utilizzati. Il presente lavoro descrive un approccio semplice ed innovativo specificamente studiato per operare screening accurati ad ampio spettro e in tempi brevi.

Biocompatibility between ingredients for finished products and probiotics
An innovative approach
One of the most critical parameters in the development of finished products containing probiotic bacteria is the biocompatibility between each ingredient used and the microorganisms selected for their health relationship.
It’s well known that there are different natural flavours containing terpene molecules able to exert a direct toxicity on probiotics, thus reducing considerably their concentration and the effectiveness of the product. A further critical aspect is the possible presence of phytomolecules with antibacterial and protective activity for the plant, as well as any residual extraction solvent.
The extent of toxicity exerted may vary noticeably from batch to batch of aroma, extract or other active ingredient and is not easily predicted a priori.
Therefore, it’s essential to define an accurate, reproducible and reliable method in order to quantify the possible toxicity of an ingredient of a finished product towards the probiotic strains to be used. The present work describes a simple and innovative approach specifically designed to operate large and accurate screenings in a short time.


 

Probiotici specifici per bambini e adulti
Contro il raffreddore comune
Liisa M Lehtoranta, Markus J Lehtinen
Nel corso dell’anno capita a tutti di essere colpiti dal raffreddore e di conseguenza di assentarsi dal lavoro, dalla scuola o dall’asilo. Nell’ultimo secolo, studi sempre più numerosi confermano che i probiotici modulano le risposte immunitarie e diminuiscono la gravità dei sintomi dovuti a patologie respiratorie. Ciò malgrado, studi riguardanti i meccanismi, la specificità dei ceppi e l’influenza degli studi di popolazione – ad esempio se lo stesso probiotico abbia un’efficacia differente nei bambini e negli adulti – non sono disponibilii. I bambini contraggono più infezioni da raffreddore rispetto agli adulti, principalmente a causa del fatto che il loro sistema immunitario è in via di sviluppo e che hanno acquisito una minore immunità contro gli agenti patogeni rispetto agli adulti. Inoltre, il microbiota intestinale di neonati e bambini presenta caratteristiche specifiche, sollevando la questione della necessità di eventuali probiotici specifici per adulti e bambini. La presente review intende discutere le specifiche caratteristiche che i probiotici potrebbero avere al fine di supportare l’immunità di bambini e adulti contro il raffreddore comune. Nell’intento di fornire un contesto utile ai fini della discussione, vengono presentate anche la patogenesi generale del raffreddore comune, la risposta immunitaria ad esso e lo sviluppo del microbiota e del sistema immunitario. Vengono infine discussi due casi in cui i probiotici Bifidobacterium lactis BI-04 da solo, o il Bifidobacterium lactis BI-07 con Lactobacillus acidophilus NCFM con specifiche caratteristiche, sono stati utilizzati con successo per promuovere la salute respiratoria in adulti e bambini.

Specific probiotics for children and adults
Supporting immunity against common cold
A few times a year nearly all of us catch a common cold leading to absence from work, school or daycare. During this millennium, convincing evidence has been emerging that probiotics modulate immune responses and decrease the rate or severity of respiratory illness symptoms. However, mechanisms, strain specificity, and influence of population studies, such as if the same probiotic has different efficacy in children and adults, are largely unknown. Children catch more cold infections than adults, mainly due to a yet developing immune system and having less acquired immunity against pathogens than adults. Furthermore, the intestinal microbiotas of newborns and infants have specific features, raising a question if there should be specific probiotics for children and adults. This review aims to discuss the specific features that probiotics could have for supporting immunity for children and adults against common cold. To provide context for the discussion, the general pathogenesis of common cold, immune response against it and development of the microbiota and immune system are introduced. Finally, we discuss two cases where probiotics Bifidobacterium lactis Bl-04 alone or Bifidobacterium lactis Bi-07 with Lactobacillus acidophilus NCFM with specific features have been used successfully to promote respiratory health in adults and in children.


Bifidobacterium animalis subsp. lactis, BB-12®

Review delle evidenze scientifiche
Mikkel Jungersen, Dorte Eskesen
Questa review presenta dati selezionati sull’efficacia del ceppo probiotico denominato Bifidobacterium animalis subsp. lactis, BB-12®1 (di seguito BB-12®), che è il probiotico appartenente al genere Bifidobacterium più documentato del mondo. È descritto in più di 300 pubblicazioni scientifiche, di cui oltre 130 sono pubblicazioni di studi clinici condotti sull’uomo. Il BB-12® ha dimostrato i suoi effetti benefici in numerosi studi clinici condotti sulla salute gastrointestinale e sulla funzione immunitaria. Gli studi clinici hanno dimostrato che BB-12® sopravvive attraverso il tratto gastrointestinale e che favorisce un sano microbiota gastrointestinale. Inoltre, è stato dimostrato che il BB-12® migliora la funzione intestinale, svolge un’azione protettiva contro la diarrea, e riduce gli effetti collaterali del trattamento antibiotico, come ad esempio la diarrea.
In termini di funzione immunitaria, gli studi clinici hanno dimostrato che il BB-12® aumenta la resistenza dell’organismo alle comuni infezioni respiratorie e riduce l’incidenza delle infezioni acute alle vie respiratorie.

The science behind the probiotic strain
Bifidobacterium animalis subsp. lactis BB-12®
This review presents selected data on the probiotic strain Bifidobacterium animalis subsp. lactis BB-12® (BB-12®), which is the world’s most documented probiotic Bifidobacterium. It is described in more than 300 scientific publications out of which more than 130 are publications of human clinical studies. The complete genome sequence of BB-12® has been determined and published. BB-12® originates from Chr. Hansen’s collection of dairy cultures and has high stability in foods and as freeze dried powders.
Strain characteristics and mechanisms of BB-12® have been established through extensive in vitro testing. BB-12® exhibits excellent gastric acid and bile tolerance; it contains bile salt hydrolase, and has strong mucus adherence properties, all valuable probiotic characteristics. Pathogen inhibition, barrier function enhancement, and immune interactions are mechanisms that all have been demonstrated for BB-12®. BB-12® has proven its beneficial health effect in numerous clinical studies within gastrointestinal health and immune function. Clinical studies have demonstrated survival of BB-12® through the gastrointestinal tract and BB-12® has been shown to support a healthy gastrointestinal microbiota. Furthermore, BB-12® has been shown to improve bowel function, to have a protective effect against diarrhea, and to reduce side effects of antibiotic treatment, such as antibiotic-associated diarrhea. In terms of immune function, clinical studies have shown that BB-12® increases the body’s resistance to common respiratory infections as well as reduces the incidence of acute respiratory tract infections.


L’Integratore Nutrizionale 4 – 2014 (pdf)
    FOCUS – Probiotici e Prebiotici     Beauty claims