Cosmetic Technology 5 – 2014 (pdf)

    Persona responsabile secondo Regolamento 1223/2009

    Assorbimento percutaneo in vitro

    Attivo naturale detossificante ed antiage

COD: CT5-2014 Categorie: ,

Articoli

  • Ingrediente anti-rughe: un topico tra le iniezioni
  • Boerhaavia diffusa
  • Funzione barriera dell’epidermide mediante CLSM
  • Citrus paradisi: ingrediente attivo

Aggiornamenti

  • Letteratura Cosmetologica
  • Segnalazioni Rapex
  • Beauty from within
  • Dispositivi Medici
  • Mercato
  • Approfondimenti Legislativi

Aziende

  • Ingredienti (Gelyma • Pharma Cosm Polli • Glico • DKSH • Principium SA • Safic-Alcan Italia)
  • Cosmetic Corner
  • Press Release

Notizie

  • Associazioni
  • Società Scientifiche
  • Istituzioni
  • Pubblicità sotto la lente
  • Appuntamenti

Ingrediente anti-rughe: un topico tra le iniezioni
Per una pelle più liscia e giovane
Marta Rull, Cristina Davi, Elena Cañadas, Juan Cebrián, Raquel Delgado, Antonio Tedesco, Susanna Staiano
Oggigiorno l’uso di iniezioni facciali con la tossina botulinica è una procedura molto comune per apparire più giovani e belli. L’effetto anti-rughe delle iniezioni è evidente, ma queste hanno anche degli svantaggi come il costo elevato, potenziali effetti collaterali, la scomparsa dell’effetto levigante dopo un certo periodo (generalmente dopo 4 mesi) e la raccomandazione di un intervallo di 6 mesi prima della successiva sessione (a causa di possibili rigetti).
Considerando tutto ciò, i cosmetici topici potrebbero costituire un’alternativa più sicura per coloro che non sono a loro agio con le iniezioni, ma anche un complemento giornaliero per chi utilizza la tossina tra un trattamento e l’altro. In questo secondo scenario, un ingrediente efficace in grado di migliorare l’effetto anti-rughe della tossina botulinica e di mantenere i suoi benefici sulla pelle, fino alla successiva iniezione, sarebbe molto apprezzato e utile. Lipotec propone un attivo innovativo che ha dimostrato in vivo efficacia anti-rughe con risultati evidenti a lungo termine (6 mesi) dopo l’iniezione di botulino.

Antiwrinkle peptide: while waiting the next injection
For a younger and smoother skin
Botulinum toxin injections are on the rise for facial rejuvenation, becoming a less aggressive alternative than surgery. However, they also present some risks (possible rejection) and disadvantages (temporal effect and high cost) that cosmetic products can minimize.
Topical cosmetics are a safer substitute or even complement that can be applied every day to obtain the desired effect.
To rejuvenate the skin, Lipotec offers an efficient ingredient that in vivo maintains and prolongs the anti-wrinkle effect of botulinum toxin.


 

Boerhaavia diffusa
Prevenzione e trattamento dell’iperpigmentazione cutanea
Lourdes Mayordomo, Milena Valentini, Giuliana Trombatore, Blanca Martínez, Ricard Armengol
Oggigiorno l’irregolare pigmentazione della cute e le macchie cutanee sono considerate un elemento primario di invecchiamento cutaneo che colpisce numerose persone in tutto il mondo.
L’iperpigmentazione è principalmente dovuta alla presenza di melanina, sintetizzata dall’enzima tirosinasi. Fino ad oggi, la maggior parte dei trattamenti cosmetici per l’iperpigmentazione ha posto questo enzima come target primario, ma Provital è riuscita a sviluppare un nuovo ingrediente attivo che agisce tramite un meccanismo esclusivo: la stimolazione prolungata di PPARD, che induce l’inibizione del fattore di trascrizione che controlla i geni che codificano la tirosinasi ed altri enzimi. Sia gli studi in vitro che quelli in vivo hanno dimostrato l’efficacia e la sicurezza di questo ingrediente attivo, MelavoidTM*.

Boerhaavia diffusa
Prevention and treatment of cutaneous hyperpigmentation
Nowadays, uneven skin pigmentation and spots are considered a major sign of aging. Hyperpigmentation is mainly due to melanin, synthetised by the tyrosinase enzyme.
MelavoidTM is obtained from the roots of punarnava (Boerhaavia diffusa), standardized in boeravinones. An in silico screening demonstrated that boeravinone B, a component of Boerhaavia diffusa, is the suitable active to act as a natural agonist of PPARg. Melavoid is an intelligent depigmentant: reduces spots in number and intensity while evens out skin tone in a homogeneous and uniform manner.
It has been tested on Asian skins to show its dual lightening action:
– prevents spots appearance;
– works both in deep and superficial spots.
Both in vivo and in vitro studies have demonstrated its efficacy and safety.


Funzione barriera dell’epidermide mediante CLSM
Metodo innovativo per la quantificazione in vivo
Anne Isabel Guzman, David Boudier, Josselin Breugnot, Delphine Rondeau, Maud Le Guillou, Brigitte Closs
La funzione barriera della pelle è essenziale per mantenere l’idratazione e le proprietà fisiche del tessuto cutaneo. Il suo stato può essere valutato con metodi strumentali non invasivi, come il Tewameter®, ampiamente usato in cosmetica. Si tratta di un metodo molto semplice da utilizzare, che tuttavia non fornisce informazioni sullo stato della pelle, in particolare sullo stratum corneum (SC) e la sua organizzazione cellulare, e non consente di visualizzare lo stato della superficie cutanea. Esistono d’altro canto molte tecniche di imaging medico non-invasive utilizzate sulla pelle in grado di fornire informazioni più precise su questo organo. Lo studio si basa sull’uso di immagini digitali ad alta risoluzione ottenute con Microscopia Confocale a Scansione Laser (CLSM) elaborate nella nostra Piattaforma di Imaging Digitale. Le immagini sono state utilizzate per valutare lo stato della superficie cutanea. Questo approccio innovativo ci ha permesso di dimostrare l’efficacia di Nachyline® (INCI name: Yeast Extract) un attivo cosmetico naturale che agisce sul miglioramento della funzione barriera della pelle. I risultati ottenuti ben si correlano a quelli raccolti usando il Tewameter® e pertanto validano questo approccio rapido, qualitativo e quantitativo alla funzione barriera.

Skin barrier function through CLSM
An innovative method for the in vivo evaluation
The barrier function of the skin is essential for maintaining the hydration and physical properties of skin tissue. Its state can be assessed using non-invasive instrumental methods, such as the Tewameter®, widely used in cosmetics. This method is very simple to use but does not provide information on the state of the skin, in particular of the stratum corneum (SC) and its cellular organization, and does not visualize the skin surface state.
On the other hand, many non-invasive medical imaging techniques used on the skin provide more precise information on this organ.
This study is based on the use of high resolution digital images based on acquisitions from confocal laser scanning microscopy (CLSM) which have been processed on our Digital Imaging Platform.These images have been used to assess the skin surface state and the barrier function integrity.
This innovative approach enable us to demonstrate the efficacy of Nachyline® (INCI name: Yeast Extract) a natural, active ingredient that enhances the skin barrier function,
The numerical results obtained are well correlated with those obtained using the Tewameter® and therefore validate this qualitative, rapid and quantitative approach to the barrier function.


Citrus paradisi: ingrediente attivo
Effetti detossificante e anti-invecchiamento
Maria Lueder-Specht
Gli esseri umani sono continuamente esposti a fattori chimici nocivi derivanti da fonti esogene ed endogene. In risposta a questa condizione i meccanismi di difesa si sono evoluti per proteggere il nostro corpo dall’eccesso di tossine (1). Le cellule sono sempre sotto minaccia di prodotti di scarto metabolici e xenobiotici. Con la formazione del metabolismo di fase I e fase II avviene l’espulsione di queste tossine, prevenendo così il danno molecolare e l’invecchiamento (2). In accordo alla letteratura, gli agrumi sono ricchi in bioflavonoidi, quali la naringina e l’esperidina (3), che, se assunti per via orale, possono aiutare la protezione del corpo contro l’aumento di tossine (4). L’uso di tali attivi naturali è in continuo aumento come la comprensione della loro reale efficienza nel rallentamento del processo d’invecchiamento.
I prodotti glicati finali (AGEs) sono un gruppo eterogeneo di macromolecole che si formano dal processo di glicazione non enzimatica di proteine e acidi nucleici. Gli AGEs endogeni si generano con un tasso più alto nelle persone affette da diabete e durante il processo d’invecchiamento, a causa di un metabolismo del glucosio alterato. All’aumentare dello stress ossidativo diminuisce la funzionalità cellulare, che può accelerare con l’avanzare dell’età, e di conseguenza ridotti livelli di AGEs possono portare ad un rallentamento dell’invecchiamento e ad una maggiore longevità (5).
La detossificazione e la glicazione sono strettamente collegate. Un processo di detossificazione completamente funzionante riduce la formazione delle proteine glicate e la successiva formazione degli AGEs.
Studi in vitro dimostrano che l’attivo di pompelmo (AP), ricco in naringina ed esperidina (3), induce notevolemente l’attività di entrambi gli enzimi fase I e fase II nei cheratinociti primari umani e dimostrano l’abilità dell’AP di ridurre la formazione degli AGEs.

Citrus paradisi
Antitox and antiage effects
Humans are constantly exposed to harmful foreign chemicals and materials from exogenous and endogenous sources. As a result, defense mechanisms have evolved to protect against toxin overload. Cells are under constant threat from metabolic waste products and xenobiotics.
The formation of Phase I and Phase II metabolism mobilizes and excretes these toxins, preventing molecular damage, and aging. According to the literature, citrus fruits rich in bioflavonoids such as naringin and hesperidin can help to protect the body against toxin overload when taken orally. The use of such natural actives is continuously increasing as the understanding of their ability to slow the aging process improves.